1° MAGGIO A FORTE DEI MARMI: UNA SORPRENDENTE KERMESSE DI CANTAUTORI LIGURI DEDICATA A FABRIZIO DE ANDRE’ IN UN CONCERTO GRATUITO ORGANIZZATO DALL’ASSESSORATO ALLA CULTURA IN PIAZZA GARIBALDI DALLE 18.00 ALLE 20.30.
01/05/2019 - 01/05/2019
 1° MAGGIO A FORTE DEI MARMI: UNA SORPRENDENTE KERMESSE DI CANTAUTORI LIGURI DEDICATA A FABRIZIO DE ANDRE’ IN UN CONCERTO GRATUITO ORGANIZZATO DALL’ASSESSORATO ALLA CULTURA IN PIAZZA GARIBALDI DALLE 18.00  ALLE 20.30.

Sicuramente uno dei più grandi eventi del 1° maggio della Versilia: Forte dei Marmi ospita una kermesse straordinaria dedicata al grande Fabrizio De Andrè di cui quest’anno ricade il ventennale della scomparsa. L’evento, promosso dall’Assessorato alla Cultura, si svolgerà in Piazza Garibaldi mercoledì 1° maggio dalle ore 18.00 alle 20.30 (in caso di pioggia il concerto è previsto a Villa Bertelli) e vedrà tra i protagonisti due fra gli artisti più vicini a Fabrizio De Andrè: Max Manfredi, definito da Faber “il più bravo di tutti” che insieme a lui cantò la canzone “La fiera della Maddalena” e Federico Sirianni, uno dei cantautori in attività con più riconoscimenti, che ha conosciuto e frequentato De Andrè traendo da quei momenti il materiale per un fortunatissimo recital che da anni sta facendo il tutto esaurito in Italia. Insieme a loro, si alterneranno sul palco altri cantautori liguri e musicisti eredi della storica tradizione genovese della musica d’autore, molto vicini al mondo di Fabrizio De Andrè, come la cantautrice, autrice e pittrice Giua, la cantautrice Roberta Barabino e il cantante Gianmaria Simon. La violinista Alice Nappi e il “pianista dei cantautori genovesi” Marco Spiccio avranno invece il compito di arricchire musicalmente le canzoni che verranno eseguite dai cantautori in scena. Ospite speciale sarà il fotografo Reinhold Kohl, amico e collaboratore di Faber, che racconterà alcuni episodi della vita del grande artista.


MAX MANFREDI, genovese, è cantautore, scrittore, uomo di teatro. Secondo Roberto Vecchioni è “uno che non posso nemmeno limitare con il termine di cantautore”. Ha pubblicato sei dischi e quattro libri vincendo numerosissimi premi (fra cui la Targa Tenco nel 2008 per il miglior disco dell’anno “Luna persa) ma più che tutto questo, a presentarlo sono le sue canzoni. L’originalità indiscussa del suo linguaggio poetico musicale lo ha reso oggetto di studi e tesi universitarie.

FEDERICO SIRIANNI, genovese, adottato in età adulta da Torino, è stato giovanissimo premiato dal Club Tenco come miglior esordiente. Ha vinto il Premio della Critica a Musicultura nel 2004, il Premio Bindi nel 2006 e il Premio Lunezia Doc nel 2010. Ha quattro dischi all’attivo, l’ultimo dei quali “Il Santo” ha ricevuto la Menzione Speciale del Club Tenco per la manifestazione “Musica contro le mafie” e il libro “L’uomo equilibrista”. Immensa la mole di concerti e spettacoli che porta in giro da anni in tutta Italia.

GIANMARIA SIMON è sarzanese (Sp) e nel 2014 pubblica il suo primo disco “L’ennesimo Malecon”. Dopo decine di concerti in giro per l’Italia incide il secondo album “Low fuel” uscito di recente. La sua musica mescola folk e blues a testi capaci di essere malinconici e graffianti al tempo stesso.

GIUA nasce a Rapallo (Ge). E’ cantautrice, autrice e pittrice. Vincitrice dei premi Lunezia, Castrocaro, Recanati e Mantova Musica Festival. Finalista al festival di Sanremo nel 2008. Cinque dischi all'attivo, i primi due prodotti da Beppe Quirici e Adele Di Palma (Giua 2007, Giua 2008, SonyBmg),il terzo prodotto e composto a quattro mani col chitarrista Armando Corsi (TrE, Egea music 2012); il quarto realizzato e arrangiato con Stefano Cabrera (E improvvisamente, Egea music 2016). A marzo è uscito il suo ultimo lavoro ‘Piovesse sempre così’ arrangiato da Paolo Silvestri

ROBERTA BARABINO è genovese e scrive canzoni da quando era ragazzina. L' incontro ed il lavoro con Bob Quadrelli (poeta e cantautore genovese) le dona fiducia  nella sua fantasia e le apre  le porte dell'underground cittadino verso i primi concerti. Ha prodotto con Raffaele Rebaudengo, violista del Gnu Quartet, due dischi: il primo,"Magot" (Egea 2011) è arrivato terzo al Premio Tenco 2012 tra le Opere prime e "Il tempo degli animali"  in uscita nel 2019.