Giorno della Memoria: la Presidenza del Consiglio organizza tre eventi dedicati
31/01/2018
Giorno della Memoria: la Presidenza del Consiglio organizza tre eventi dedicati

E' stato inaugurato nella data ufficiale, sabato 27 gennaio, il programma dedicato al Giorno della Memoria, organizzato dalla Presidenza del Consiglio. Alle ore 12,30 di sabato 27 si è tenuta una cerimonia in piazza Dante a ricordo di tutti i deportati dei campi di sterminio con la deposizione di un targa su una pietra di inciampo, posata sul marciapiede davanti all'ingresso del Comune. Venerdì 2 febbraio a Villa Bertelli verrà inaugurata alle ore 10.30 la mostra che resterà fino al 20 febbraio, dal titolo ”Nel vento e nel ricordo, storia di bambini ebrei della Shoah”, organizzata insieme alla Provincia di Lucca, la Scuola della Pace di Lucca e l'Istituto Storico della Resistenza e dell'età contemporanea. Frutto di ricerche tutt’ora in corso che integrano fonti d’archivio con fonti orali, la mostra nasce come strumento per far conoscere alle scuole - ma anche ad un più vasto pubblico adulto - una parte significativa della storia della nostra provincia. Documenta il tema della persecuzione antiebraica messa in atto dal fascismo e dal nazismo con un taglio particolare: le storie di vita dei bambini. Nei pannelli sono presentate storie esemplari che cercano di restituire progetti di vita, identità, affetti che vengono interrotti dalla deportazione. Una ricchezza di stimoli per riflettere sulla storia, sulle responsabilità, sul valore della scelta. L'esposizione sarà visitabile dal lunedì al venerdì, con orario 9.00–13.00 e 15.00–19.00, sabato e domenica 16.00-19.00. Su prenotazione è possibile richiedere visite guidate gratuite per le scuole della Versilia, lunedì e martedì per le primarie e secondarie e mercoledì e giovedì per le superiori. Info e prenotazione Comune Forte dei Marmi Ufficio Cultura tel. 0584 280294 eventi@comunefdm.it. Il programma legato al Giorno della Memoria avrà il suo epilogo a Villa Bertelli, lunedì 19 febbraio alle 17.30 organizzato in collaborazione con il Circolo Culturale Il Magazzino e a cura della Fondazione Giorgio Perlasca con l la Proiezione del filmato "La storia maestra di vita. L'esempio di Giorgio Perlasca", contenente stralci dell’intervista rilasciata da Giorgio Perlasca al Museo dell’Olocausto di Washington, intervista a tre salvati con il coordinamento storico didattico di Piero Angela. A seguire incontro/dibattito con il figlio Franco Perlasca. “Sono davvero onorata di poter ospitare il figlio di Giorgio Perlasca – sottolinea Simona Seveso, Presidente del Consiglio Comunale - l'uomo che col suo coraggio riuscì a contrastare la barbarie dell'antisemitismo nazista. Una testimonianza davvero unica. Il programma che abbiamo preparato intende non solo far sì che i nostri ragazzi approfondiscano una vicenda così drammatica, vera piaga della nostra umanità, ma che ne colgano anche gli aspetti più significativi da un punto di vista umano e conoscano e possano apprezzare personaggi come per esempio Giorgio Perlasca che non si sono fatti sopraffare mettendo a rischio la propria vita per quella degli altri”.